La storia della Bank Winter

1892Alfred Winter fonda la banca con sede a Vienna IX, Kolingasse 17.
La banca diventa membro della Borsa di Vienna.
1910Karl Winter, fratello del fondatore dell’istituto, entra in società. Adesione al Comitato dei Commercianti di Vienna.
1921Erich Körner, successivo cofondatore della S.G. Warburg & Co., diventa procuratore.
1922La banca ottiene la concessione per il commercio di valute.
Robert Winter, figlio del fondatore della banca, ed Erich Körner diventano soci della Bank Winter.
1938Arianizzazione della Bank Winter.
1946Fondazione della S.G. Warburg ad opera di Siegmund Warburg, Erich Körner ed Henry Grünfeld.
1949Simon Moskovics avvia la sua attività commerciale a Vienna.
1959Simon Moskovics e Robert Winter fondano come soci personalmente responsabili la Bankkommanditgesellschaft Winter & Co. con sede a Vienna I, Singerstrasse 2. L’antica concessione bancaria viene nuovamente conferita.
Totale di bilancio nel primo anno: 38,4 milioni di scellini austriaci (2,79 milioni di euro).
1962Specializzazione nell’organizzazione e nel finanziamento di transazioni commerciali fra est ed ovest con il coinvolgimento di banche statali dell’Europa orientale.
1963Bank Winter ottiene come prima impresa privata la licenza di importare oro per conto proprio, di farlo coniare presso la Zecca di Vienna (Hauptmmünzamt) e di venderlo.
1970Totale di bilancio oltre 1 miliardo di scellini austriaci (72,7 milioni di euro).
1972Robert Winter esce dalla società. A questo punto la Bank Winter è già una delle maggiori banche private dell’Austria.
1973Per rafforzare la collaborazione con S.G. Warburg, Thomas Moskovics, su invito di Erich Körner, in origine socio della Bank Winter e in seguito cofondatore della S.G. Warburg, trascorre diversi mesi a Londra presso la sede centrale della Warburg. Qui matura le prime esperienze nell’Investment Banking. Successivamente Thomas Moskovics riprende la sua attività alla Bank Winter.
1976Fondazione della Wingest Finanz AG, Svizzera, da parte della Bank Winter e della S.G. Warburg con la presidenza condivisa di Simon Moskovics e Oscar M. Lewisohn, Senior Executive presso la S.G. Warburg e genero di Henry Grünfeld, cofondatore della S.G. Warburg.
1979Totale di bilancio oltre 10 miliardi di scellini austriaci (727 milioni di euro). Prima emissione di proprie obbligazioni.
1985Totale di bilancio per la prima volta oltre 25 miliardi di scellini austriaci (1,8 miliardi di euro).
1986Trasformazione della banca in una società per azioni e trasferimento in Singerstrasse 10. Thomas Moskovics entra nel Consiglio di Amministrazione.
1993Dopo la morte di Simon Moskovics, subentra alla presidenza del Consiglio di Amministrazione suo figlio Thomas Moskovics.
1994Thomas Moskovics guida il processo di trasformazione volto all’Investment Banking ed ai finanziamenti strutturati, trasformazione resa necessaria dal mutare del contesto di mercato.
1997Tra i 1.000 istituti bancari maggiori del mondo la Bank Winter si piazza al 16° posto della graduatoria relativa al BIS Ratio (The Banker).
2005Intensificazione dell’attività nell’ambito dell’Investment Banking in Europa orientale ed in Asia centrale.
2008Mark Moskovics, figlio di Thomas Moskovics, riprende la sua attività presso la Bank Winter.
2014Con un totale di bilancio di 1 miliardo di euro e un capitale netto di 120 milioni di euro, la Bank Winter è una delle maggiori banche d’affari di proprietà di privati con attività finanziarie dalla Cina al Brasile e con il principale mercato di riferimento in Europa centro-orientale.
2015Integrazione di Internationale Bank für Außenhandel AG.